Filosofia

L’errore (più) grave dello psicologismo

Risultati immagini per sigmund freud

Sigmund Freud (1856-1939)

Ciò che è psicologico riguarda la psiche: ciò che è interno a noi stessi, ciò che è in noi. Non esiste niente, nello psicologismo, che sia fuori di noi, come può esserlo un bicchiere che tocchiamo – a dire il vero, anche il bicchiere, se lo vediamo e ne facciamo esperienza, è in noi in una certa misura. Asserire dunque, come spesso (e suo malgrado) fa Freud, che l’esistenza di Dio è contraddittoria e falsa, non ha senso. E’ come se Dio fosse qualcosa di esterno a noi – e, per assurdo, si finirebbe col provarne l’esistenza piuttosto che negarla. Continua a leggere

Annunci
Standard
Teologia

Il valore filosofico dell’esperienza di Elia

Il profeta Elia (IX sec. a. C.) è protagonista di una vicenda molto intensa all’interno del Primo Libro dei Re – esattamente, da 19,11 a 19,13.

elias

Daniele Ricciarelli, Il Profeta Elia, 1550-1560 ca.

 

Continua a leggere

Standard
Storia

Destra e sinistra, la distinzione politica sopravvive

Destra e sinistra, concetti politici morti e sepolti o ancora validi in un periodo orfano dell’ideologia e dei partiti tradizionali, e spettatore della nascita di nuovi movimenti definiti populisti, che significano tutto e niente? Ci sono ancora differenze dopo il fallimento del socialismo reale e l’egemonia incontrastata del capitalismo? E se ci sono, quali sono?

Risultati immagini per destra e sinistra politica fumetto Continua a leggere

Standard
Filosofia, Teologia

La Chiesa è il simbolo della storia

Se la storia vuole darsi come unità (provvista di senso), fuori della Chiesa (e vedremo perché essa si dà solo come Cattolica) non si può uscire. Le Chiavi di San Pietro tengono attorcigliati a sé, in tutto e per tutto, i destini dell’Umanità. Non (solo) per ragioni di fede, quanto piuttosto per ragioni storiche e storico-filosofiche. Tra gli illustri interpreti di questa visione, non si parlerà in questo luogo né di Hegel, né di Schleiermacher (di cui pure, in parte, ci siamo già occupati), quanto di Schelling. La soluzione al (suo) problema dell’identità (tra soggetto e oggetto, tra finito e infinito) si dà nei termini “visibili”, e “invisibili” al tempo stesso, della Chiesa Cattolica. Continua a leggere

Standard
Filosofia, Teologia

Nella dissoluzione, la soluzione di Schleiermacher

“Uber die Religion”, 1799

 

La filosofia della religione, come disciplina, ha un’evoluzione molto complessa, tanto che qui non ci sembra né il luogo né il momento di riassumerne le tappe fondamentali. Ciò su cui oggi getteremo lo sguardo è invece la filosofia di Schleiermacher (1768-1834), in seno a quel dibattito sulla religione assoluta (e sulla sua ipotetica pensabilità) che teneva tanto occupate le menti e le fatiche filosofiche degli idealisti tedeschi (anche, se vogliamo, dei romantici). Continua a leggere

Standard