Storia

Il Doge decapitato

Vardè tuti! L’è stata fata giustizia del traditor!

Continua a leggere

Annunci
Standard
Storia, Teologia

Quando la Chiesa salvò l’occidente

L’impero romano è morto, ma la chiesa cattolica salverà la sua cultura dal disastro imponendola ai popoli d’occidente. 1

 

Continua a leggere

Standard
Teologia

Ruzbehan, mistico orientale

Il secolo XII fu, per molti aspetti, il secolo della mistica. Non solo in Occidente, o più in generale nel vasto universo cristiano, ma anche – e soprattutto – in Oriente, la mistica si diffuse tanto rapidamente quanto eccellentemente. Uno dei maggiori esponenti di questo movimento – il termine è di comodità, ma non preciso fino in fondo – fu Ruzbehan-e Baqli (Fars, 1128 – Siraz 1209). Tra gli innumerevoli testi di questo autore, uno principalmente spicca per eleganza poetica e ardore mistico: il Gelsomino dei fedeli d’amore. Continua a leggere

Standard
Storia

Quando Cesare strinse la mano a Pietro

teodosio s.jpg

“L’imperatore Teodosio e Sant’Ambrogio”, dipinto di Antoon Van Dyck, conservato alla National Gallery di Londra (sec. XVII)

Nel 380 d. C., Teodosio, primo grande imperatore cristiano, proclamò il cristianesimo religione ufficiale di stato, dando il via ad un rapporto, di complessa lettura in esame storico, tra Chiesa e Stato. L’episodio di Tessalonica, del 390, a questo proposito, è calzante.

L’episodio ebbe la sua origine dall’uccisione di un ufficiale romano, reo – e per questo soggetto all’ira della folla – di aver ucciso, a sua volta, un idolo sportivo della città, proprio nel periodo in cui si dovevano tenere i giochi ufficiali della città (l’odierna Salonicco). Venendo a sapere dell’episodio, Teodosio diede il comando estremo al proprio esercito: massacrare la folla.

Continua a leggere

Standard