Senza categoria

Il Commento alle Sentenze di Tommaso d’Aquino

L’opera, che si fa risalire, al più tardi, al 1256, nasce come commento allo scritto teologico di Pietro Lombardo, composto tra il 1155 e il 1158, e intitolato, per l’appunto, “Sentenze”: una raccolta, cioè, di opinioni dei Padri della Chiesa. Il testo aveva avuto un tale successo da divenire, in poco tempo, manuale di formazione teologica per giovani apprendisti come per dotti magister. Continua a leggere

Standard
Senza categoria

La distinzione tra apparenza e parvenza

Heidegger dedica pagine corpose, e fondamentali, all’introduzione dell’opera che prima di ogni altra lo ha presentato al mondo filosofico come una nuova, e geniale, voce: Sein und Zeit. All’interno del paragrafo 7, sezione A, di Essere e Tempo, Heidegger preme con urgenza su una questione preliminare, in seno all’entrata in vera e propria medias res dell’opera – qualora, peraltro, questa non inizi, in realtà, già col primissimo paragrafo dell’opera.

L’indagine di Heidegger sempre parte dal greco.

Continua a leggere

Standard