Filosofia, Teologia

Robert Boyle, vero scienziato e vero cristiano

Robert Boyle (1627-1691), di famiglia irlandese, nacque a Munster. Educato all’Eton College, vicino Londra, poi a Ginevra, in Svizzera, divenne presto uno dei migliori scienziati nel panorama (fecondo e variopinto) dell’Europa del Seicento. La legge fisica che prende il suo nome è riassumibile nella formula:

 

PV = k

 

Risultati immagini per pv = k

 

dove “k” sta per la costante, “P” sta per pressione e “V” per volume. La legge di Boyle, come altri esperimenti da lui addotti, è ancora oggi essenziale per comprendere la funzione dei gas, ma il contributo dello scienziato irlandese non si ferma ad una formula da stamparsi in mente. Mentre era a Ginevra per gli studi, avvenne la sua prima conversione al cristianesimo, in seguito ad uno spaventoso temporale. Come riconoscendo in un (fino a quel momento) episodio spiegabile naturalmente la mano di Dio, si promise di servire Dio fino alla morte: così farà. Continua a leggere

Annunci
Standard