Filosofia

Il male per ignoranza in Socrate

Socrate è stato uno dei maggiori esponenti della tradizione filosofica occidentale, nato e morto ad Atene nel V secolo a.C. Attraverso gli scritti del suo più importante discepolo, Platone, possiamo comprendere la sua analisi riguardo l’agire umano. Secondo Socrate l’uomo saggio era colui che disponeva la propria anima verso la virtù della conoscenza, in un ideale stato di tensione verso la verità e il bene. Colui che conosceva se stesso e il proprio bene non poteva che agire di conseguenza, evitando di commettere il male in un modo che potremmo addirittura definire meccanico; il saggio, colui che riusciva nell’impresa di conoscere il bene dell’uomo non poteva più tornare indietro. Continua a leggere
Standard